Olio per manutenzione attrezzi: come scegliere quello giusto

Lavori meglio, fai meno fatica ed eviti sorprese

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

28/03/2022

Tempo di lettura stimato circa 5 minuti

Negli attrezzi da giardinaggio l’olio lubrificante fa sì che i componenti meccanici in movimento facciano meno attrito possibile, in modo che non si usurino e non grippino (cioè blocchino). Non solo: evita che si surriscaldino, aiuta a mantenerli puliti e li protegge dalla corrosione. Una “variante” dell’olio è il grasso lubrificante, capace di sopportare pressioni alte, di aderire in modo durevole alle superfici e di non gocciolare.

In questo articolo vedremo come scegliere il lubrificante adatto al funzionamento e alla manutenzione degli attrezzi che usi più spesso in giardino: motosega, tagliaerba, tagliasiepi e decespugliatore.

La lubrificazione della catena della motosega

Una buona lubrificazione per la catena della motosega – anzi per il gruppo tagliente barra/catena – è vitale, indipendentemente dall’alimentazione della macchina (a scoppio, elettrica o a batteria). Oliare riduce l’attrito tra le maglie della catena e il canale della barra dentro cui scorrono, funzionando così da protezione antiusura e antigrippante. Prima di cominciare a lavorare e dopo aver fatto il pieno alla motosega, controlla il serbatoio dell’olio della catena e, se serve, rabboccalo con lubrificante specifico e biodegradabile, ad esempio l’olio protettivo Chain Lube di Oleo-Mac. Come lubrificante per la catena della motosega non usare mai olio di recupero.

Se la tua motosega ha la barra con puntale a rocchetto, lubrificala anche iniettando del grasso con un’apposita siringa per lubrificazione: puoi usare il nostro grasso speciale multifunzione con bisolfuro di molibdeno.

Oliare la catena della motosega (lo fa già la pompa di suo) è uno dei passaggi base della manutenzione ordinaria di questo attrezzo, così come di un potatore telescopico. A fine stagione (o comunque prima di una lunga pausa) ricorda di svuotare il serbatoio e il circuito della pompa dell’olio, poi di lubrificare catena e barra. A proposito ecco la nostra guida alla manutenzione della motosega.

Se ti interessa il tema, qui puoi approfondire come funziona la pompa dell’olio della motosega. Una catena che scorre liscia – lo sottolineiamo – rende il tuo lavoro meno faticoso e più sicuro: scopri come usare la motosega in sicurezza.

L’olio per la motosega e gli altri attrezzi da giardinaggio a 2 tempi

Le motoseghe a scoppio hanno un motore a 2 tempi che funziona a miscela, un mix di benzina e olio per motore a 2 tempi che va preparato e conservato in una tanica omologata. La formula canonica della miscela benzina/olio è al 2%: per ogni litro di benzina devi aggiungere 20 ml (cc) di olio per motori a 2 tempi come Prosint 2 EVO o Eurosint 2 EVO. Prima di preparare la miscela verifica comunque la corretta proporzione benzina/olio sull’etichetta di quest’ultimo. Ti raccomandiamo di non usare olio per auto o per motori fuoribordo a 2 tempi.

Prepara la quantità di miscela strettamente necessaria, in modo da non doverla tenere nella tanica per troppo tempo: puoi comunque aggiungere un additivo per benzine, come Additix 2000 Evo che la mantiene inalterata per almeno 12 mesi. Hai fretta o poca esperienza? Non vuoi maneggiare sostanze infiammabili? Acquista una miscela alchilata già pronta (e più durevole di una miscela standard), come Oleo-Mix Alkilate.

Perché dedicare tanta attenzione all’olio motore per la motosega a scoppio? Perché una miscela preparata a regola d’arte è il punto di partenza per una perfetta carburazione: scopri perché la motosega si accende ma si spegne subito e perché si ingolfa.

L’olio per il tagliaerba e gli altri attrezzi da giardinaggio a 4 tempi

L’olio è indispensabile anche nei motori a 4 tempi, come quello del tagliaerba. Prima di avviarlo controlla il livello dell’olio motore: se messo in moto senza o con poco olio, rischi danni irreversibili. Quando il livello dell’olio è vicino o sotto la tacca del minimo, rabbocca il motore con il lubrificante raccomandato dal produttore, ad esempio l’olio per motori a 4 tempi SAE 10W 30 o 10W 40.

Per i nostri tagliaerba ti consigliamo di usare olio di tipo automobilistico per motori a 4 tempi. Possono andare bene oli classificati SAE 10W-30 o 10W 40, adatti a tutti i climi: 10 si riferisce alla viscosità a freddo (W sta per winter, uso invernale), 30 alla viscosità a caldo. Questi numeri non sono temperature, ma indici che riguardano l’intervallo di temperature entro cui le prestazioni dell’olio rimangono inalterate (in questo caso tra i -20 e i 40°C).

Se per l’olio motore prendi come riferimento la classificazione API, basata sul tipo di impiego e sul livello prestazionale, sceglilo di categoria SG, SH o superiore. Ti consigliamo di sostituire l’olio motore ogni anno o 50 ore di lavoro, rispettando questi requisiti.

Applica lo stesso olio motore o del grasso speciale alle parti della macchina soggette a ruggine. Qui trovi altri suggerimenti utili per il rimessaggio e la manutenzione del tagliaerba.

Lubrificanti per tagliasiepi e decespugliatore

Oltre a seguire quanto abbiamo detto circa l’olio motore, se hai un tagliasiepi quando fai rifornimento approfitta per lubrificare le lame: non oliare con lubrificante di recupero ma di buona qualità e biodegradabile, come l’olio protettivo Chain Lube. Usalo anche per oliare le lame prima del rimessaggio, in modo da prevenire la ruggine.

È l’umidità a favorire la ruggine sulle parti metalliche, perciò conserva il tagliasiepi in un ambiente riparato, asciutto, non a diretto contatto con il suolo (tienilo sollevato, ad esempio appoggiandolo su delle assi). I consigli per proteggere dall’umidità il tagliasiepi valgono per tutti gli attrezzi da giardinaggio.

Ogni 20 ore di lavoro con il tagliasiepi controlla e, se necessario, lubrifica con del grasso speciale al bisolfuro di molibdeno il cinematismo del riduttore che, insieme agli altri meccanismi nella scatola degli ingranaggi, permette il movimento alternato delle lame. Il bisolfuro di molibdeno è un lubrificante solido molto usato nei grassi, capace di resistere a pressioni estreme e particolarmente efficace per ridurre l’attrito tra le superfici e prevenirne l’usura. Trovi altri consigli utili sulla manutenzione del tagliasiepi in questa guida.

Se invece hai un decespugliatore, ogni 30 ore di lavoro circa verifica il livello del grasso della coppia conica, l’ingranaggio che fa muovere l’apparato di taglio: se serve lubrifica con grasso al bisolfuro di molibdeno. Con lo stesso lubrificante ingrassa il caletto di giunzione del tubo rigido ogni 30 ore o, se il decespugliatore è spalleggiato, il caletto del tubo flessibile ogni 20 ore.

Articoli correlati

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

27/04/2022

Una guida per gli attrezzi da potatura: quando e co...

Ecco come potare a regola d’arte

Leggi tutto

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

27/04/2022

Traliccio per piante rampicanti fai da te con la mo...

Semplice, robusto e pronto in pochi step

Leggi tutto

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

28/03/2022

Come costruire una serra idroponica fai da te

Coltiva senza terra in giardino e in casa

Leggi tutto

Iscriviti alla Newsletter Oleo-Mac

Per ricevere tante offerte, consigli e novità sul mondo del verde.

Ti invitiamo a visionare l’ Informativa Privacy art. 13 GDPR sul trattamento dei dati personali.
  • Il consenso è necessario per il ricevimento della newsletter.