Manutenzione tagliasiepi: la guida completa

Siepi sempre perfette senza fatica

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

19/07/2021

Tempo di lettura stimato circa 5 minuti

Se ti diletti con la potatura artistica il tuo strumento principe è la cesoia. Se devi regolare un singolo cespuglio può bastarti un seghetto o un troncarami. Quando invece ti cimenti in un lavoro lungo e impegnativo – come la potatura della siepe che segna il confine del tuo giardino – è indispensabile un aiuto motorizzato: il tagliasiepi.

Che sia a scoppio, a batteria o elettrico, la manutenzione del tagliasiepi è un imperativo per evitare sorprese, per lavorare con una macchina efficiente nel tempo, per potare con meno fatica e in sicurezza. Oggi vediamo come fare la manutenzione del tagliasiepi, partendo dal suo elemento distintivo: le lame.

La manutenzione delle lame del tagliasiepi

Quando hai finito di lavorare con il tagliasiepi, controlla che le lame non risultino danneggiate e i denti siano ancora affilati. Se hanno perso il filo te ne accorgi, perché i tagli sono sfilacciati e meno puliti: ne risentono sia la salute e l’estetica delle piante, sia il tuo lavoro, che si fa difficoltoso. A quel punto è necessario procedere con l’affilatura. Se invece sono usurate, sbeccate o piegate vanno sostituite con lame di ricambio per tagliasiepi, strettamente della lunghezza raccomandata dal produttore per il tuo modello di macchina.

Dopo aver verificato le condizioni delle lame, puliscile con un panno asciutto o con una spazzola in metallo: polvere, olio, linfa, residui verdi etc. accumulandosi possono ostacolare il movimento della lama mobile del tagliasiepi, mettendo il motore sotto sforzo. Le lame poi vanno lubrificate, in modo da facilitare la corsa della lama mobile tra le parti fisse del tagliasiepi.

Dopo la pulizia, se le lame del tagliasiepi hanno bisogno di essere affilate, a seconda che tu voglia fare un’affilatura accurata o speditiva, puoi smontarle o no e seguire questi passaggi:

  • Lima dente per dente con una lima piatta tenendola parallela all’angolo di affilatura (circa 45° rispetto al piano della lama). Non usare la smerigliatrice.

  • Passa la lima solo all’andata, verso lo spigolo tagliente (al ritorno, sollevala).

  • Usa la lima con passaggi leggeri per rimuovere poco materiale.

  • Liscia il retro dei denti con la cote.

  • Pulisci la limatura con un panno o un pennello.

  • Ripeti per la lama fissa i passaggi che hai fatto fin qui per la lama mobile.

  • Se hai smontato le lame rimontale.

  • Olia le lame con del lubrificante (avvia il tagliasiepi qualche istante per distribuirlo su tutta la loro superficie).

Se non hai tempo per affilare il tagliasiepi o ti sembra troppo complicato, puoi rivolgerti ai punti vendita e centri assistenza Oleo-Mac per un’affilatura professionale e rapida.

Prima di affilare le lame lascia raffreddare il motore del tagliasiepi e proteggi le mani con guanti da lavoro robusti o antitaglio. Stacca il cavo di alimentazione se hai un tagliasiepi elettrico; togli la batteria se, appunto, il tagliasiepi è a batteria; controlla che l’interruttore di avvio/arresto sia in posizione di stop e stacca la pipetta della candela se hai un tagliasiepi a scoppio. Ciò vale anche quando fai la manutenzione del tagliasiepi, di cui parleremo qui sotto.

Se in giardino verdeggia una siepe di lauroceraso il tagliasiepi è ciò che fa al caso tuo: dai un occhio ai nostri consigli su come fare la potatura del lauroceraso.

La manutenzione ordinaria del tagliasiepi

Dopo le lame, dedicati al resto del tagliasiepi. La manutenzione del tagliasiepi elettrico, a batteria o a scoppio prevede sia operazioni comuni che specifiche, diverse in base al tipo di alimentazione della macchina. La manutenzione ordinaria del tagliasiepi andrebbe sempre fatta o prima di iniziare a potare o (meglio ancora) appena hai finito di lavorare. Alcuni passaggi, invece, prevedono una periodicità meno serrata, che dipende dalla frequenza e intensità con cui sfrutti il tuo tagliasiepi.

Anche la pulizia fa parte della manutenzione ordinaria del tagliasiepi. Abbiamo già detto prima perché sia importante tenere pulite le lame: sono pochi minuti ben spesi, sia per quanto riguarda le lame che l’intera macchina.

Vediamo come fare la manutenzione del tagliasiepi, indipendentemente dal tipo di alimentazione:

  • Pulisci il corpo del tagliasiepi con un panno asciutto e, dove serve, aiutati con un pennello. Non usare prodotti chimici aggressivi o abrasivi.

  • Sgrassa le impugnature da eventuali tracce di olio, lubrificante per le lame del tagliasiepi etc.

  • Libera dallo sporco le prese d’aria del motore con un pennello o una spazzola.

  • Controlla che la scocca del tagliasiepi sia integra, le viti e i dadi a vista ben serrati, gli interruttori e i comandi funzionanti.

Se il tuo è un tagliasiepi a scoppio, come l’HC 247 P e il BC 241 H telescopico di Oleo-Mac, verifica anche le condizioni della fune di avviamento e del serbatoio del carburante. Se invece è un tagliasiepi elettrico (per esempio l’HC 750 E) accertati che il cavo di alimentazione non sia usurato. Hai un tagliasiepi a batteria, come l’HCi 45? Accertati che la batteria sia a posto, compresi i collegamenti con il tagliasiepi e il caricabatteria.

Poi, per la manutenzione del tuo tagliasiepi a scoppio, secondo la frequenza suggerita dal produttore, passa alla pulizia di:

  • Filtro dell’aria: soffia dell’aria compressa a distanza dall'interno verso l'esterno del filtro; sostituiscilo invece se è molto intasato o danneggiato.

  • Filtro del carburante: verificane le condizioni, cambialo se è molto sporco.

  • Candela: dopo averla pulita controlla la distanza fra gli elettrodi e, se serve, regolala. Se è da sostituire, acquista il pezzo di ricambio seguendo con scrupolo le indicazioni del manuale d’uso e manutenzione.

La manutenzione del tagliasiepi a fine stagione

Hai un tagliasiepi a scoppio? Secondo quanto lo usi, ogni anno o 2 a fine stagione ti consigliamo di far fare un check-up da un tecnico: se è un tagliasiepi Oleo-Mac rivolgiti a uno dei nostri centri assistenza.

Prima del rimessaggio invernale del tagliasiepi o, comunque, in previsione di un fermo prolungato:

  • Se è un tagliasiepi a scoppio svuota il serbatoio del carburante, poi svuota il carburatore tenendo acceso il tagliasiepi finché si arresta da solo.

  • Se il tagliasiepi è a batteria: rimuovi le batterie, caricale completamente, custodiscile nel loro imballaggio preferibilmente tra i 10 e i 20°C e lontane da oggetti metallici, ricaricale ogni 2-4 settimane per evitare che si scarichino del tutto.

  • Fai una pulizia a fondo del tagliasiepi, lame comprese.

  • Lubrifica le lame per prevenire la ruggine.

  • Monta il coprilame.

  • Segui con cura tutti i passaggi della manutenzione ordinaria.

  • Conserva il tagliasiepi in un luogo asciutto e riparato da sole e gelo, lontano da fonti di calore e non a diretto contatto con il suolo.

  • Se il tagliasiepi è elettrico il cavo di alimentazione deve rimanere scollegato dalla rete elettrica durante tutto il rimessaggio.

Stai valutando di acquistare un tagliasiepi o di cambiare il tuo? Qui trovi una guida che confronta caratteristiche, modi e ambienti d’uso ideali dei tagliasiepi elettrici, a scoppio e a batteria.

Se hai una preferenza per l’attrezzatura da giardinaggio a batteria, qui puoi leggere un focus su quanto si riesce a lavorare con una batteria nel caso di un tagliasiepi (ma anche di un tagliaerba, un decespugliatore e un soffiatore).

Articoli correlati

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

22/09/2021

Giardino: tutti i lavori di ottobre

Prepara aiuole, prato e orto per l’inverno

Leggi tutto

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

22/09/2021

Come fare manutenzione a un'idropulitrice

I consigli per usarla bene e per sapere quali controlli fare

Leggi tutto

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

05/08/2021

Curare l'orto con trattamenti naturali

Difendi i tuoi ortaggi dai parassiti

Leggi tutto