La manutenzione della motosega

Taglia bene e in sicurezza

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

17/02/2021

Tempo di lettura stimato circa 5 minuti

La motosega è ciò che definiresti un attrezzo versatile: la adoperi per la manutenzione ordinaria e straordinaria degli alberi in giardino e in campagna, per gestire le piante del bosco, per il bricolage e il tempo libero, per i lavori di casa.

Che tu la impieghi per hobby o ne faccia un uso professionale, qualsiasi tipo di motosega va seguita con una manutenzione attenta. Non avrai solo una motosega sempre efficiente e con una prospettiva di lunga vita utile, ma lavorerai facendo meno fatica e, soprattutto, in sicurezza.

Oggi vediamo quali operazioni fare per la manutenzione della motosega, cominciando dai suoi componenti caratteristici: barra e catena, da controllare prima e/o dopo ogni taglio.

La manutenzione di catena e barra della motosega

Prima di dedicarti alla manutenzione della motosega, proteggi le mani con guanti antitaglio, specie quando maneggi la catena. Assicurati che il motore sia spento e freddo e che le parti in movimento siano ferme. Se si tratta di una motosega a scoppio verifica che anche la marmitta sia fredda e stacca la pipetta dalla candela. Se invece hai una motosega elettrica, come la GS 200 E, scollega il cavo dell’alimentazione dalla presa della corrente.

La catena è la parte tagliente della motosega, le cui performance dipendono – a parità di alimentazione, potenza etc. – proprio dall’efficienza della catena stessa. Ecco i passaggi da seguire per una corretta manutenzione della catena della motosega, a prescindere dall’alimentazione della tua macchina:

  • Controlla se è danneggiata, usurata e se i denti hanno ancora il filo.

  • Sgrassa la catena (e la barra) con un detergente specifico.

  • Se necessario, affila i denti della catena con un tondino. Per sapere quali siano il diametro del tondino e l’angolo di affilatura giusti segui le istruzioni del produttore. Ogni 3-4 affilature dei denti controlla i limitatori di profondità ed eventualmente passali con una lima piatta.

  • Regola la tensione della catena: quando è tesa al punto giusto sta aderente alla barra ma, se la tiri verso l’alto, si solleva mostrando 3-4 maglie motrici.

Per tarare la tensione della catena su molte motoseghe basta stringere con un cacciavite il tendicatena sul fianco (o sul fronte) della macchina, come nei modelli Oleo-Mac: per esempio nella motosega di media potenza GS 451, nella motosega da potatura GST 250 o nella motosega professionale GS 651. Oppure ti basta semplicemente girare una manopola senza necessità del cacciavite, come nella motosega elettrica GS 200 E.

 

Come la catena, anche la barra della motosega merita una manutenzione dedicata:

  • Gira la barra periodicamente (ogni 8 ore di lavoro circa) così che entrambe le spalle si usurino in modo omogeneo.

  • Lima le sbavature che si formano sulle guide della barra e, se sono consumati in modo asimmetrico, pareggia in altezza i bordi della scanalatura.

  • Approfitta della manutenzione della barra per controllare se il pignone è usurato o danneggiato e, in caso, portalo a sostituire: se è una motosega Oleo-Mac affidati al nostro centro assistenza più vicino.

Quando necessario la catena e la barra vanno sostituite: in linea di massima ti suggeriamo di fare un cambio di barra ogni 4 cambi di catena.

Indipendentemente dall’alimentazione della motosega – elettrica, a batteria o a scoppio –, il gruppo barra/catena ha bisogno di una buona lubrificazione, in modo che la catena scorra liscia, con il minimo attrito. Quindi controlla spesso il serbatoio dell’olio della catena e, quando serve, rabboccalo.

La motosega e la sua manutenzione ordinaria

La manutenzione ordinaria della motosega andrebbe fatta ogni volta che finisci di segare e/o prima di iniziare a lavorare o comunque con una certa periodicità, che dipende anche da quanto sfrutti la motosega e con quale “intensità”. Queste indicazioni valgono per ogni tipo di macchina, qualunque sia l’alimentazione:

  • Ispeziona la motosega: controlla che il carter non sia danneggiato e verifica la tenuta di viti e dadi a vista.

  • Controlla il funzionamento di interruttori e comandi vari e, nel caso di una motosega a scoppio, anche lo stato della fune di avviamento.

  • Dopo aver tagliato pulisci la motosega da trucioli e frammenti di legno, olio della catena e sporcizia in genere. Usa un panno asciutto e, per i punti più difficili, aiutati con un pennello. Non usare prodotti chimici aggressivi o abrasivi.

  • In particolare tieni libere le prese d’aria del carter copri-motore con un pennello o una spazzola, eventualmente ricorri all’aria compressa.

  • Prima di cominciare a lavorare verifica che il freno catena funzioni perfettamente, sia con blocco manuale che automatico. Non va? Non usare la motosega e rivolgiti al centro assistenza.

Se hai una motosega elettrica accertati che il cavo di alimentazione sia integro: se è rovinato o vedi segni di usura ti consigliamo di farlo sostituire dal centro assistenza.

Per la manutenzione ordinaria della tua motosega a scoppio, dopo aver controllato che i serbatoi del carburante e dell’olio motore siano integri, provvedi alla pulizia di:

  • Filtro dell’aria: passalo con dello sgrassante e acqua, poi asciugalo soffiando a distanza aria compressa dall'interno verso l'esterno del filtro. Sostituiscilo se è molto intasato o danneggiato.

  • Filtro del carburante: verificane le condizioni. Va cambiato se è molto sporco.

  • Alette del cilindro del motore: passale con un pennello o dell’aria compressa.

  • Candela: dopo averla pulita controlla e, eventualmente, metti a punto la distanza tra gli elettrodi. Se necessario sostituiscila con una nuova candela del tipo indicato dal manuale d’uso e manutenzione della tua motosega.

La manutenzione della motosega a fine stagione

Annualmente o ogni 2 anni, a fine stagione ti consigliamo di far fare un controllo generale della motosega a un tecnico: se è una Oleo-Mac consulta uno dei nostri centri assistenza. Con l’occasione, se la motosega è elettrica fai esaminare e, in caso, sostituire le spazzole del motore.

Invece prima del rimessaggio invernale della motosega o, comunque, nella prospettiva di una lunga pausa:

  • Fai una pulizia a fondo della motosega, osservando quanto detto per la manutenzione ordinaria.

  • Svuota il serbatoio e il circuito della pompa dell’olio della catena.

  • Pulisci barra e catena, poi lubrificale con dell’olio protettivo.

  • Se è una motosega a scoppio svuota e pulisci i serbatoi del carburante e dell’olio motore. Svuota anche il carburatore tenendo accesa la motosega finché si arresta da sola.

  • Segui tutti i passaggi della manutenzione ordinaria, in particolare per la motosega a scoppio controlla e pulisci il filtro dell’aria, il filtro del carburante, le alette del cilindro e la candela.

Conclusa la manutenzione di fine stagione della motosega, proteggi la barra con il copribarra e conserva la macchina in un luogo riparato e asciutto, a distanza da fonti di calore e, possibilmente, non appoggiata per terra. Se è elettrica il cavo di alimentazione deve rimanere staccato dalla presa della corrente per tutto il tempo.

Prima abbiamo detto che la motosega è un attrezzo versatile: in base al modello ti permette di fare una serie di attività. Ne parlano alcuni dei nostri articoli: quando tagliare la legna da ardere, come potare un albero, guida alla sramatura, troncatura e depezzatura degli alberi e (su un uso particolare delle motoseghe da potatura) come fare sculture con la motosega.

Articoli correlati

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

17/02/2021

Cosa fare se la Motozappa non parte

Ecco i controlli fai da te

Leggi tutto

Novità catalogo / News Abbigliamento Protettivo

09/02/2021

Nuova giacca light universal

L’indumento per accompagnare il tuo tempo libero, tutto l’anno.

Leggi tutto

Novità catalogo / News Prodotti

26/01/2021

Nuova motosega GS 630

La motosega professionale realizzata per opere di abbattimento, ta...

Leggi tutto