Allontanare le talpe da orto e giardino: rimedi efficaci

Mucchietti di terra inconfondibili? Ecco cosa fare

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

28/07/2022

Tempo di lettura stimato circa 4 minuti

La talpa è un animale solitario che vive ovunque, tra pianura e montagna: in terreni coltivati, orti, giardini, prati, pascoli, bosco. Nel nostro paese sono presenti più specie: Talpa europaea, caeca e romana. Sta sottoterra dove, con le zampe anteriori dotate di artigli robusti, scava tane e reti di gallerie, che usa per spostarsi e cacciare. È sostanzialmente insettivora: si nutre di insetti, larve, vermi, lumache, ma anche di piccoli vertebrati come anfibi e rettili. Ha una vista molto debole, ma in compenso ha odorato e udito finissimi.

Anche se la talpa non va in letargo, la sua attività di scavo “visibile” si concentra tra la primavera e l’autunno, creando problemi in giardino e in orto. D’inverno invece vive e si ciba in zone più profonde del sottosuolo. Predilige zone tranquille, con terreno senza grosse radici, morbido – perciò libero da ostacoli e facile da scavare – e ricco di cibo. In questo articolo, dopo aver parlato dei danni delle talpe in giardino e in orto, spiegheremo come prevenire ed eliminare questi instancabili scavatori.

Talpe in giardino e nell’orto: i danni

La presenza di una talpa in giardino è ben riconoscibile: le montagnole di terra sono un indizio inequivocabile. Quando le talpe scavano gallerie, sgombrano il passaggio spostando il terreno fino a farlo fuoriuscire. In un prato il danno che provocano è soprattutto estetico: immagina una distesa erbosa, tipo giardino all’inglese, costellata di mucchietti di terra!

Inoltre, i cumuli di terra complicano e rendono più faticosa la manutenzione del prato – che si trasforma in uno slalom, scomodo specie per le attrezzature da giardinaggio più voluminose, come il trattorino – e possono danneggiare il tagliaerba o il decespugliatore. Spianarli, passandoci sopra con i cingoli della motocarriola, naturalmente non risolve il problema.

In campagna e nell’orto il danno delle talpe è maggiore. Scavando le gallerie più superficiali infatti possono danneggiare le radici delle piante strappandole o privandole del terreno (quindi del nutrimento). Molti credono che le talpe in orto e in giardino mangino ortaggi, radici, bulbi e semi: non è così, come abbiamo detto prima sono insettivore. A mangiare sono i roditori – come topi e arvicole – che sfruttano le gallerie delle talpe per fare razzia.

Come eliminare le talpe dal giardino?

Piuttosto che eliminare definitivamente le talpe, preferiamo allontanare le talpe dal giardino, dall’orto o dal frutteto portandole a una distanza conveniente (almeno 500 m), là dove non possono provocare danni a prato e piante. Puoi farlo catturandole con trappole non cruente e liberandole altrove oppure indirizzando i loro scavi.

Per eliminarle definitivamente esistono in commercio trappole mortali (ad esempio con lame o punte) ed esche velenose (talpicidi). Noi preferiamo non nuocere a questi animali – che hanno una loro utilità – optando per una convivenza semipacifica: sono solitari e, a questa condizione, ci sembra ragionevole fare un tentativo.

Come allontanare le talpe allora? Come dissuaderle dal restare vicine al nostro giardino o orto? Come rendere inospitali questi spazi? Ci sono diversi metodi, da usare con continuità e magari in abbinata, che si basano su un principio semplice: infastidirle usando odori, rumori etc. per loro sgradevoli.

Prima di metterli in pratica individua il raggio d’azione delle talpe, ossia l’area in cui si concentrano le loro gallerie (sono animali abitudinari). Per allontanare le talpe bisogna intervenire lungo questi percorsi, cacciandole da dove non vuoi che scavino e “forzandole” a deviare gli scavi verso altre direzioni.

Ecco i rimedi da usare contro le talpe:

  • Bottiglie di plastica o lattine vuote capovolte su un tondino di ferro infilato nel terreno in modo da intercettare una galleria: le vibrazioni trasmesse al suolo, prodotte dalle bottiglie/lattine mosse dal vento, dovrebbero infastidire le talpe.

  • Diffusori di ultrasuoni a picchetto: funzionano in modo simile ai dissuasori casalinghi del primo punto.

  • Piante dall’odore sgradevole come la Fritillaria imperialis, che puoi sfruttare come rimedio anti-talpa piantandola in piccole aree.

  • Sostanze repellenti naturali e non da distribuire sul terreno: aglio (sotto forma di decotto), olio di ricino (da emulsionare in acqua), prodotti in commercio a base di sostanze naturali o di sintesi. Tra i repellenti trovi anche i fumogeni: dei candelotti che, una volta accesi, sprigionano fumo nelle gallerie.

  • Concime antitalpa (calciocianamide): un concime azotato per la concimazione di fondo che tiene a distanza le talpe.

Dicevamo prima che le talpe in orto e in giardino hanno una loro utilità. Cacciando infatti liberano il suolo da larve e insetti nocivi (purtroppo si cibano anche di lombrichi, molto utili per la qualità del terreno). Inoltre scavando arieggiano il suolo, rendendolo più soffice, drenante e quindi fertile (un po’ come succede quando lo vanghi o lo lavori con la motozappa: a proposito qui trovi un articolo sulla fresatura del terreno e una panoramica su come coltivare l’orto).

Una volta allontanata la talpa dal giardino, il prato va ripristinato rimuovendo le montagnole e riempiendo di terra le gallerie, seminando l’erba o coprendo l’area con zolle di prato già pronto (ecco le istruzioni per posare il prato a rotoli). Prenditi cura del prato curandone il taglio (il taglio del prato in estate richiede alcuni accorgimenti) e, quando necessario, asportando il feltro con l’arieggiatura.

Articoli correlati

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

25/11/2022

Come pulire la grondaia di casa in sicurezza

Lavora da terra o usando la scala al minimo

Leggi tutto

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

25/11/2022

I trucchi per coltivare la zucca con successo

Facile, produttiva, golosa

Leggi tutto

Novità catalogo / News Prodotti

16/11/2022

Atomizzatore AM 163

Una soluzione unica per diverse tipologie di trattamenti.

Leggi tutto

Vuoi un buono sconto di 10€?

Iscrivendoti alla newsletter ricevi subito il tuo regalo di benvenuto e rimani aggiornato con:

Ti invitiamo a visionare l’ Informativa Privacy art. 13 GDPR sul trattamento dei dati personali.
  • Il consenso è necessario per il ricevimento della newsletter.