Come Tagliare il Prato d'Estate: Tutti i Trucchi

Tutti i consigli per un giardino a regola d’arte

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

21/08/2020

Tempo di lettura stimato circa 5 minuti

Anche se hai la passione per il giardinaggio, magari tagliare il prato non fa parte dei tuoi lavori preferiti, però è necessario. È necessario perché rasare il prato non ha solo una funzione estetica, anche se a tutti piace un giardino in ordine. E, da questo punto di vista, l’erba ben regolata fa la differenza al primo sguardo.

Tagliare il prato con costanza, infatti, è una questione di salute: solo così l’erba non si allunga diventando sottile e rada ma cresce anche in larghezza producendo nuovi germogli e inspessendo gli steli, in modo che il prato risulti fitto, di un verde compatto. Inoltre, un taglio dell’erba corretto, per modalità e frequenza, mette il prato nelle condizioni di essere più resistente alle infezioni fungine. Infine, un tappeto erboso denso, senza “zone nude”, impedisce alle infestanti di trovare campo libero e prosperare.

Oggi parleremo sia di come tagliare l’erba sia di quando e quanto tagliarla per avere un prato perfetto anche con il solleone.

Come tagliare il prato in estate

Come tagliare l’erba del prato? Anzitutto usando lame ben affilate, così ottieni un taglio netto e non strappi gli steli. Anche in questo caso, non è solo una questione di bellezza ma di salute del prato: se il taglio è netto il trauma e i tempi di cicatrizzazione hanno meno impatto sulle piantine d’erba, che risultano anche meno attaccabili dalle malattie.

Per tagliare puoi scegliere un tagliaerba a batteria, come il Gi 48 P di Oleo-Mac, oppure un modello a scoppio come il G 48 PK COMFORT PLUS, tagliaerba a spinta, o il G 44 TK COMFORT PLUS che, invece, è un tagliaerba semovente. In alternativa al tagliaerba puoi usare il decespugliatore, ma l’uniformità di taglio che ti dà il tagliaerba è senza paragoni.

A proposito di uniformità, la larghezza di taglio dal tagliaerba deve essere proporzionata alla superficie di prato da rasare: ad esempio, fra i modelli Oleo-Mac, puoi spaziare tra i 41 cm del G 44 TK COMFORT PLUS e i 53 cm del tagliaerba professionale LUX 55 HXF.

Per sfalciare il prato al meglio, l’erba non deve essere bagnata, per la via della pioggia o dell’irrigazione. Perché? Da un lato il tagliaerba facilita la diffusione di eventuali malattie. Dall’altro l’erba bagnata rende il prato scivoloso, cioè meno sicuro, e poi si “incolla” alle lame e al sottoscocca, quindi il taglio diventa meno netto e la macchina va sotto sforzo. Perciò l’erba va tagliata da asciutta, ma non quando il terreno è secco e, di conseguenza, il prato sta già soffrendo per lo stress idrico.

Ti consigliamo, inoltre, di non seguire sempre lo stesso schema di rasatura ma di alternare la direzione di taglio tra uno sfalcio e il successivo. Quindi, se la volta precedente hai tagliato l’erba avanzando parallelamente a un muretto del giardino, ora taglia procedendo in modo perpendicolare a quel muretto. Se non ti è possibile, almeno, rastrella l’erba con regolarità. In questo modo la mantieni verticale, mentre se sfalci sempre nella stessa direzione gli steli si piegano e ne risentono sia l’aspetto del prato che la qualità del taglio.

Quanto tagliare l’erba d’estate

Una buona prassi diffusa nel giardinaggio è tagliare l’erba al massimo per un terzo della sua altezza, che non dovrebbe superare i 9-10 cm. Quindi, partendo dall’altezza ideale del prato – in base ai tipi di erba di cui è composto e alla resa estetica che vuoi ottenere – ti consigliamo di non farla crescere più di un terzo. Però, tra giugno e settembre, è meglio tenere l’erba più alta circa del 20-30% rispetto all’altezza ottimale, che può essere 10-15 cm per la Festuca, 8 cm per il Lolium, 7 cm per la Poa, 6 cm per il Cynodon dactylon.

L’erba più alta sopporta meglio il caldo e la mancanza d’acqua, è meno vulnerabile alle malattie e alle infestanti, mantiene protetta la parte (colletto) che permette lo sviluppo della singola piantina, conserva maggiormente l’umidità del suolo.

Per settare l’altezza di taglio del tagliaerba hai 2 opzioni: la regolazione indipendente per ogni ruota, come sul tagliaerba a spinta G 48 PK COMFORT PLUS, o il sistema centralizzato, ancora più pratico, come sul tagliaerba professionale MAX 53 VBD ALUMINIUM PRO.

Quando tagliare l’erba d’estate

Quanto spesso va tagliata l’erba? Dipende da una serie di fattori: il tipo di erba, l’uso del prato, la stagione, l’irrigazione e la concimazione. In generale, per i motivi che abbiamo detto prima, sempre tra giugno e settembre non solo ti conviene lasciare l’erba più alta di qualche centimetro, ma anche rallentare la frequenza dello sfalcio: ti consigliamo di tagliare il prato ogni 10-20 giorni.

E quando è meglio tagliare l’erba? Il momento giusto per tagliare il prato nella stagione calda è il tardo pomeriggio, dopo le 17. Evitare le ore di caldo infuocato non è solo meglio per l’erba, ma anche per te.

E dopo lo sfalcio?

Dopo aver tagliato il prato, come di consueto puoi rifinire i bordi – lungo muretti e marciapiedi così come attorno ad alberi e aiuole – con la classica forbice per erba oppure con il decespugliatore, che ti può aiutare anche a tagliare nei punti più angusti del giardino.

Per quanto riguarda la gestione dello sfalcio, puoi scegliere di raccoglierlo con il cesto raccoglierba del tosaerba o di lasciarlo sul prato, semplicemente tagliato oppure sminuzzato con il taglio mulching. Come con il tagliaerba a batteria Gi 48 P, il tagliaerba semovente G 48 TK ALLORAD PLUS 4, i tagliaerba professionali MAX 53 TK ALLROAD ALUMINIUM e MAX 53 VBD ALUMINIUM PRO, che hanno la funzione mulching di serie.

Infine, dopo aver tagliato il prato, anche d’estate ricorda di dedicare qualche minuto alla pulizia e alla manutenzione del rasaerba per lavorare sempre al massimo dell’efficienza: dai un occhio a questo articolo su come fare la manutenzione del tagliaerba elettrico e a scoppio.

A scoppio, elettrico, a batteria? A spinta o semovente? Un modello da giardinaggio o professionale? Non sai ancora quale rasaerba comprare? In questo articolo trovi alcuni spunti utili per decidere qual è il tipo di tagliaerba giusto per te.

Articoli correlati

/ Ispirazioni

22/09/2020

Lavorare in vigna: le attività mese per mese

Come avere viti curate e produttive

Leggi tutto

/ Ispirazioni

22/09/2020

Come usare il trattorino per preparare il terreno n...

Usa al massimo il tuo trattorino tagliaerba

Leggi tutto

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

21/08/2020

Trinciasarmenti: Quando Usarlo per lo Sfalcio dell’Erba

Elimina il verde in campagna e nel bosco

Leggi tutto