Tutto quello che c'è da sapere sulla potatura

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

02/03/2018

 

 

 



Che cos’è la potatura e perché si pratica

La potatura è una pratica davvero utile a rafforzare la salute degli alberi da frutto e delle piante ornamentali del tuo giardino. Oltre a facilitare la naturale rigenerazione dei tessuti vegetali infatti, contribuisce a preservare tronco e chioma dalle malattie e dall’assalto di eventuali parassiti.

Quando potare

Non esiste un periodo più o meno adatto alla potatura delle piante. Il momento ideale varia molto a seconda del tipo di albero e del risultato che si vuole ottenere. In certi casi può anche capitare di dover potare la stessa pianta più volte in un anno e per ragioni diverse. In media però l’intervento più consistente viene eseguito tra l’autunno e la primavera: durante il riposo vegetativo della pianta.

Come accade con gli innesti e le semine, anche nella potatura la luna gioca un ruolo fondamentale: gli alberi potati durante i giorni di luna calante danno sempre più frutti. Prima di cominciare a tagliare quindi, consulta il calendario lunare per l’agricoltura e accertati che il periodo che hai scelto, sia effettivamente quello giusto.

I ferri del mestiere

Per potare gli alberi e le piante del tuo giardino puoi ricorrere sia ad attrezzi manuali che elettrici o con motore a scoppio.

Gli attrezzi manuali vanno benissimo per piccoli interventi su alberi e piante di dimensioni contenute; quelli elettrici o a scoppio invece diventano indispensabili, quando la zona e il livello di intervento si estendono. Per tagliare rami di diametro medio-piccolo o piccole siepi, puoi servirti di un semplice paio di forbici da potatura o di un potatore, per poi rifinire i dettagli con le cesoie. Se però la siepe del giardino è molto grande o gli alberi da frutto su cui intervenire si moltiplicano, ti conviene ricorrere a un tagliasiepi o ad un potatore telescopico come il PPX 271, che grazie alla sua lunghezza, ti permetterà di raggiungere anche i rami più alti, senza ricorrere a scale o piattaforme.

La motosega da potatura, disponibile in diverse cilindrate e lunghezze di barra, si rivela la macchina più utile e versatile, per muoversi agevolmente in mezzo alla vegetazione per interventi su rami sia di piccole che di medie dimensioni, consentendo rapidità e agilità di manovra per la massima resa.

Prima di procedere con le operazioni di taglio, assicurati sempre di possedere tutti i dispositivi di protezione individuale adeguati a svolgere il lavoro in piena sicurezza. Indossa quindi giacche e pantaloni antitaglio, casco protettivo, occhiali protettivi, cuffie antirumore, scarponi, e un’imbragatura di sicurezza, che ti protegga la schiena, nel caso utilizzi un tosasiepi o una motosega con asta telescopica.  

Armati anche di un soffiatore e di un rastrello: ti aiuteranno a raccogliere i rifiuti vegetali prodotti durante la potatura e a eliminarli con maggior facilità.

Come potare

La regola base è semplice: più una pianta è vigorosa, meno va potata.

Ecco perché si tende a potare intensamente gli alberi vecchi, mentre ci si accontenta di una “spuntatina” su quelli giovani e in piena fruttificazione.

Rami vigorosi e rami deboli

Se tutti gli alberi non sono uguali, non lo sono nemmeno tutti i rami.

Gli alberi da frutto ad esempio possiedono rami vigorosi e rami deboli, che necessitano di interventi di potatura diversi. Come li riconosci? I rami vigorosi si sviluppano in verticale e sono quelli in cui la linfa scorre più veloce; i rami più deboli invece sono orizzontali e curvi.

I primi non fruttificano, ma sono perfetti per fare legna, i secondi invece producono molti frutti ma - essendo più sottili - non ardono bene.

Per bilanciare la crescita e il carico presente sulla pianta durante la fase di fruttificazione, dovrai quindi accorciare molto i rami vigorosi e poco quelli deboli. Mentre lo fai, cerca di mantenere sempre inalterate le proporzioni della pianta. Tutti i rami – specie le branche che sono portanti – devono decrescere verso l’estremità. Questo significa che bisogna tagliare meno i rami basali, rispetto a quelli che si trovano all’apice della pianta.

Le gemme

Proprio come accade per i rami, anche le gemme hanno nature e scopi differenti.

Le gemme apicali sono le più vigorose, crescono in cima all’albero e assicurano continuità nella crescita del ramo o della branca. Le gemme laterali invece si formano all’ascella della foglia, crescono sui rami sottostanti e germogliano solo quando le gemme apicali vengono rimosse.

Tutte le gemme – a prescindere dalla posizione in cui crescono – possono generare foglie o altri rami (gemme da legno) oppure fiori e frutti (gemme da fiore). In molte piante come il melo, le gemme sono miste e possono dare vita sia a rami e foglie, che a fiori e frutti.

Quando poti perciò, tieni sempre a mente il risultato che vuoi ottenere: se accorci molto un ramo e lasci poche gemme (specie da fiore), i tuoi rami risulteranno molto vigorosi ma poco fruttiferi. Viceversa lasciando molte gemme, avrai tanti frutti ma rami deboli. In ogni caso non dimenticare mai di lasciare sull’albero almeno una gemma da legno: se le rimuovi tutte, rischi che la pianta non cresca più.

 












Il taglio

Taglia almeno 6-7 mm sopra la gemma e con un’angolazione di 45°.
Tieni il dispositivo da taglio rivolto verso il basso e in direzione opposta rispetto alla gemma.
Se desideri che la vegetazione si sviluppi verso destra, recidi il ramo sopra una gemma di destra; se invece preferisci che cresca verso sinistra, pota una gemma a sinistra.
Ricordati sempre di tenere in considerazione quale albero hai davanti: non tutte le piante fruttificano sugli stessi rami e nello stesso momento. Alcune danno frutti sui rami dell’anno; altre sui rami di un anno prima e altre ancora su rami più vecchi o di diverse età.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tipi di potatura

Come già anticipato, non tutte le potature sono uguali. Vediamo allora quali sono gli interventi praticati più di frequente e a cosa servono.
Potatura Verde

La potatura verde è un tipo di taglio che viene eseguito fra la primavera e l’estate e che serve per eliminare la vegetazione superflua dalle piante molto rigogliose. Una sorta di alleggerimento molto utile alla fruttificazione di alberi da frutto come il pesco o la vite.

Potatura di allevamento

Questo intervento conferisce agli alberi giovani una forma precisa e ne garantisce il regolare sviluppo. Viene spesso impiegato per correggere i rami che presentano biforcazioni o per garantire una certa continuità tra i rami inferiori e quelli superiori.

Potatura di mantenimento

La potatura di mantenimento consiste nell’eliminare i rami secchi e poco produttivi dagli alberi vecchi, per favorire la germinazione di quelli fertili. L’intervento di mantenimento viene spesso applicato anche alle piante erbacee utilizzate con scopi decorativi.

Capitozzatura

Si parla di capitozzatura o potatura obbligata, quando una pianta viene privata interamente della chioma o dei rami più grandi, per non rischiare di danneggiare il contesto urbano. Si tratta di una pratica molto invasiva, che espone gli alberi a malattie e indebolimenti e che ormai vieni quasi sempre sostituita con tecniche meno aggressive e rispettose del verde.

Potatura di ringiovanimento

La potatura di ringiovanimento consiste nell’eliminare i rami secchi da alberi da frutto adulti o vecchi allo scopo di rinvigorirne le chiome. Se eseguita correttamente, questa operazione è davvero molto efficiente. Bisogna solo stare attenti a non recidere i rami secondari, altrimenti si rischia di danneggiare l’albero in maniera irreparabile.

Potatura di contenimento

Quando piante o alberi hanno una crescita repentina ed eccessiva, puoi intervenire con una potatura di contenimento. Questa tecnica consiste nel tagliare solamente i rami più ingombranti, cercando di mantenere inalterata la salute degli altri.  Viene spesso utilizzata nella lavorazione delle siepi.

Cimatura

La cimatura è una pratica di taglio che consiste nell’asportare i germogli presenti sulla parte alta dell’albero, al fine di favorirne lo sviluppo laterale.

Articoli correlati

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

11/12/2018

Propositi verdi per il nuovo anno

Leggi tutto

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

11/12/2018

Come sistemare il giardino in vista del Natale

Leggi tutto

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

19/11/2018

Diventare potatore certificato: iter e strumenti

Leggi tutto