Il miglior potatore per rami alti

e i segreti per usarlo in altezza

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

30/09/2019

Tempo di lettura stimato circa 4 minuti

In orto e in giardino la potatura è un’operazione essenziale per ottenere fioriture e produzioni ricche, per controllare la diffusione delle malattie, ma anche per mantenere la forma desiderata delle piante a causa di esigenze di spazio, di sicurezza o perché si tratta di vegetazione ornamentale.

Eseguire una potatura ben fatta è un’arte. Devi sempre avere presente perché, quando e come si pota e capire quando è il caso di fermarsi, per non eccedere con tagli che, invece di aiutare le piante a crescere vigorose e belle, mettano in pericolo la loro salute o diano risultati estetici infelici.

Va da sé quindi che tecniche d’esecuzione corrette e soprattutto attrezzi per potare adatti siano indispensabili per la buona riuscita della potatura. Seguici per scoprire quali strumenti non possono mancare nel tuo set da giardinaggio.

Attrezzi per potatura di rami alti e potatura di alberi ad alto fusto

Gli attrezzi per potare alberi ad alto fusto e, in generale, i rami alti degli alberi possono essere di tipo manuale oppure a scoppio, elettrici o a batteria. Ciò che accumuna i potatori per rami alti, manuali e non, è l’impugnatura dotata di un’asta allungabile che amplia il tuo raggio d’azione: tagli in altezza stando a terra. In questo modo eviti di usare scale, quindi lavori in modo più sicuro.

La differenza tra i diversi tipi di potatori telescopici, cioè con asta allungabile, per potare alberi e rami alti, è fatta dalla parte tagliente dell’attrezzo che, infatti, può essere:

  • una barra con catena, tipo motosega;
  • un seghetto (o segaccio) con lama dentata;
  • uno svettatoio, ossia una sorta di cesoia con molla e lame sagomate.

Tra gli strumenti manuali, consigliati ai meno esperti, ci sono i seghetti da potatura come il SRM35T4 di Oleo-Mac con lama curva da 35 cm in acciaio cromato, più duro e resistente alla corrosione. Abbinati alle apposite asta telescopiche per seghetto, leggere e allungabili, tagli oltre 5 m d’altezza.

Il miglior potatore per rami alti

Il miglior potatore per rami alti a livello di potenza e prestazioni è senz’altro il potatore telescopico a scoppio. Se con il seghetto e lo svettatoio tagli rami fino a 3-3,5 cm, con i potatori a scoppio recidi anche i rami più grossi, di 8-10 cm di diametro. E non è tutto: con i modelli come il PPX 271 di Oleo-Mac, con il motore a 2 tempi da 1 kW e i 27 cm3 di cilindrata e i suoi 3,8 m di estensione, arrivi a tagliare fino a circa 5 m d’altezza.

Tagli in modo ancora più agevole regolando la barra da 25 cm (21 cm di lunghezza di taglio), orientabile in cinque posizioni da 0 a 90°, in modo che sia sempre nella posizione più efficace e sicura rispetto al ramo da troncare.

Vuoi un attrezzo polivalente? Allora opta per un decespugliatore potatore. La strepitosa macchina Oleo-Mac che nasce dall’unione del decespugliatore multifunzione e della sua applicazione potatore: In questo modo hai un potatore per rami alti ad asta fissa lungo in tutto 2 m, con cui tagli fino a circa 3,5 m in altezza.

Meglio lo svettatoio, il seghetto o il potatore con barra a catena? Meglio l’asta telescopica o l’asta fissa?

Naturalmente, al di là della qualità e delle prestazioni oggettive dei diversi strumenti, per decidere quale potatore è il migliore per te, devi tenere conto di diversi fattori, primo fra tutto le esigenze di taglio e l’ambiente in cui lavori. Se poti arbusti ornamentali, rampicanti e siepi di sempreverdi in giardino probabilmente ti basteranno un potatore manuale e uno svettatoio. Al contrario se devi tagliare conifere nel bosco o alberi da frutto e ulivi in campagna meglio optare per un potatore a scoppio.

Anche l’età e la dimensione della pianta incidono sulla scelta, così come la tua esperienza e la tua corporatura.

Trucchi e consigli per tagliare alberi ad alto fusto e rami alti con il potatore

Dicevamo prima che anche le tecniche di esecuzione sono molto importanti per ottenere una potatura ottimale.

In generale la regola più importante è mantenere la barra del potatore in una posizione che permetta di tagliare il ramo alla giusta distanza dal tronco. Sia un moncone di ramo troppo lungo sia un taglio che incide il tronco, infatti, sono potenziali punti d’ingresso per i parassiti.

Fai in modo che il taglio sia leggermente obliquo rispetto al tronco e che la superficie recisa risulti liscia, senza riseghe o, addirittura, strappi del legno. Ciò vale per alberi e per arbusti, sia tu scelga il potatore a scoppio, sia che tu preferisca il segaccio con asta telescopica.

Se i rami sono grossi, procedendo con un unico taglio rischi di strapparli, allora usa la tecnica del taglio di scarico che consiste nel tagliare il ramo in più pezzi da 20 cm. Ogni taglio prevede 2 fasi: fai un primo taglio dal basso all’alto per circa un quarto dello spessore, poi con il secondo taglio dall’alto al basso raggiungi il primo, sezionando così il ramo.

Dicevamo che, con il potatore, la tua posizione deve essere anche la più sicura. Impugna con la mano destra la presa posteriore (di comando) e con la sinistra lo stelo del potatore. Sei più bilanciato se tieni il potatore il più possibile vicino al corpo, naturalmente a distanza da marmitta e catena.

Reggi il potatore nella posizione ottimale, cioè la meno faticosa e più sicura: non metterti mai sotto al ramo che stai segando e inclina il potatore in modo che, rispetto al terreno, formi un angolo di 60° al massimo. Oltre a stare più comodo perché il peso della macchina è equilibrato, in questo modo lavori in sicurezza perché sei fuori dalla zona di caduta dei rami. Fai comunque attenzione a quelli che, finendo a terra, possono rimbalzare.

Per facilitare la caduta dei rami, taglia per primi i rami più bassi.

Articoli correlati

Mondo Oleo-Mac / News Istituzionali

26/10/2019

Promo autunnali 2019

Tanti prodotti Oleo-Mac per ogni stagione, attività e ambiente a p...

Leggi tutto

Novità catalogo / News Prodotti

03/10/2019

Nuova Motosega piccola GSH 400

Perfetta per il giardinaggio e per piccoli lavori agricoli

Leggi tutto

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

30/09/2019

Come scegliere la motosega in base alle tue necessità

Ma anche al tipo di alimentazione, attività ed esperienza

Leggi tutto