Come scegliere la motozappa

Cosa valutare prima dell’acquisto

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

30/01/2020

Tempo di lettura stimato circa 4 minuti

Hai l’orto o il giardino oppure un appezzamento di terra? Per fare la lavorazione del terreno in vista di semine e trapianti, finora hai usato vanga, zappa e olio di gomito ma adesso ti vuoi semplificare la vita con un aiuto meccanizzato?

Allora parliamo di motozappa: un attrezzo che, grazie a robusti coltelli, fa fatica al tuo posto e ti fa risparmiare tempo. Sminuzza le zolle di terra, rende il suolo drenante, mescola concime e ammendanti al terreno, rendendolo così più adatto ad accogliere semi e piantine e a far crescere ortaggi, frutta e fiori.

Ma come scegliere la motozappa giusta alle tue esigenze? Qual è la migliore? Quali sono i fattori da considerare prima di decidere quale motozappa comprare? Te li riassumiamo in questo articolo.

Quale motozappa comprare? Valuta gli aspetti tecnici

Se hai deciso di comprare una motozappa probabilmente hai già ben chiaro:

  • Quanto grande è l’area da lavorare.
  • Che caratteristiche ha: è un’area libera o devi lavorare tra file di piante? È in piano o in pendenza?
  • Il tipo di terreno: è leggero, più facile da lavorare, o molto compatto?
  • Quanto spesso e a lungo prevedi di usare la motozappa.

In commercio trovi motozappe con motore a scoppio o a benzina e motozappe elettriche. Il tipo di alimentazione è correlata alla potenza: in generale le motozappe a scoppio sono le più potenti. Proprio in base alla sua potenza, una motozappa ti permette di lavorare su terreni più o meno estesi e impegnativi.

Sempre riguardo alla potenza, un aspetto rilevante è che potenza e peso della motozappa siano bilanciati. Una macchina potente, infatti, deve avere un certo peso per essere stabile, affondare nel terreno e poterlo lavorare, senza “saltare” e scapparti di mano durante la fresatura.

L’importanza di un corretto rapporto potenza/peso della motozappa è proprio uno dei punti che Matt The Farmer sottolinea nel video dove spiega come scegliere la motozappa migliore per le proprie esigenze.

Un altro fattore da considerare è la larghezza della fresa: più grande è, meno tempo impieghi a lavorare il terreno. Inoltre il diametro delle frese ti dà la misura di quanto in profondità la macchina possa arrivare.

Ad esempio, per l’orto e il giardino di casa puoi scegliere la nuova motozappa piccola MH 155 K Oleo-Mac con motore a 4 tempi da 80 cm3 di cilindrata, 27 kg di peso, monomarcia avanti e fresa da 46 cm con 3 + 3 coltelli. Devi muoverti in spazi stretti, per esempio tra file di piante? È presto fatto: smonti i coltelli su entrambi i lati della fresa e la riduci a 32 o 22 cm, per lavorare rispettivamente solo con 2 + 2 o 1 + 1 coltelli.

Per lavorare un orto più grande o un piccolo appezzamento, invece, puoi optare per il nuovo modello di motozappa di media potenza MH 175 RKS sempre a 4 tempi, con 182 cm³ di cilindrata, 57 kg di peso, 1 marcia avanti + 1 retromarcia, fresa da 82 cm con 3 + 3 coltelli che puoi ridurre fino a 55 cm. In dotazione, con le motozappe Oleo-Mac hai un kit di chiavi per smontare/montare i coltelli delle frese.

La migliore motozappa? È pratica

La motozappa deve essere il più possibile comoda da usare: sia a misura delle tua braccia e delle tue spalle, sia a misura del lavoro che stai facendo. In questo senso il manubrio regolabile è imprescindibile: nella MH 155 K, per esempio, puoi aggiustarlo in altezza, mentre nella MH 175 RKS puoi settarlo sia in altezza che di lato, così lavori dal fianco della motozappa e non calpesti il terreno già fresato.

L’avanzamento della motozappa è dato dalla fresa che, ruotando, rompe le zolle di terra e contemporaneamente imprime il movimento alla macchina. È importante quindi che la motozappa abbia la marcia, preferibilmente almeno una marcia avanti e la retromarcia.

A differenza del motocoltivatore, la motozappa non ha ruote: il ruotino che vedi – posteriore per la MH 155 K e anteriore per la MH 175 RKS –, serve a spostarla più facilmente e, prima di iniziare a lavorare il terreno, va sollevato.

Anche tu non hai tanto spazio per l’attrezzatura da giardinaggio e la tieni in garage insieme all’auto e a “un po’ di tutto”? Allora è meglio scegliere una motozappa con dimensione compatte e magari pieghevole. L’ingombro della MH 175 RKS è 140x80x82 cm e quando giri il manubrio di 180° la lunghezza si riduce nettamente: così puoi anche caricare la motozappa nel bagagliaio.

La migliore motozappa? È sicura

Un occhio alla sicurezza ci vuole sempre, anche quando lavori in orto con la motozappa, quindi valuta se ha:

  • Carter che ti ripara da sassi e terra sollevati dalla fresa
  • Dischi di protezione della fresa che riparano lateralmente
  • Retromarcia rallentata

In più, quando prepari il terreno è consigliabile indossare scarponi o stivali antitaglio e occhiali di protezione (trovi tutto l’abbigliamento protettivo da Oleo-Mac).

 

Quale motozappa comprare? Considera anche gli extra

Nella scelta della migliore motozappa per le tue esigenze, valuta anche se può esserti utile una motozappa multiuso: vale a dire un attrezzo da giardinaggio che, con appositi accessori per motozappa, trasformi in un attrezzo diverso, per predisporre o completare la lavorazione del terreno o per fare altro.

La motozappa di media potenza MH 175 RKS, per esempio ha il vomere che diventa un aratro, con cui prepari il terreno alla fresatura o lavori in profondità terreni duri o incolti. Puoi montare anche lo scavapatate o l’assolcatore, che serve per rincalzare o scavare.

Vuoi rivedere in azione la MH 175 RKS? Guarda questo video con Matt The Farmer che usa la motozappa per fresare il terreno dell'orto.

Articoli correlati

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

24/11/2020

Potatore telescopico: tutti gli usi

Guida all’utilizzo in autunno e inverno

Leggi tutto

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

24/11/2020

Come potare rami decorativi

Arreda la tua casa con creatività

Leggi tutto

Novità catalogo / News Prodotti

10/11/2020

Nuovo soffiatore BV 250

Leggero, confortevole, performante

Leggi tutto