Decespugliatore: impugnatura singola o doppia?

Scegli la soluzione giusta per le tue esigenze

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

22/06/2021

Tempo di lettura stimato circa 4 minuti

Dalla manutenzione ordinaria alla rifinitura del prato fino alla pulizia della vegetazione più ostica, come piccoli alberi, arbusti, cespugli, rovi, sterpi o canneti. Il decespugliatore non è solo il “supplente” del tagliaerba in giardino o in campagna nei punti più difficili, perché angusti o particolarmente ripidi. È anche l’attrezzo giusto per sbrigare i lavori più impegnativi su superfici incolte, nel sottobosco o lungo i fossi senza bisogno di altro, ad esempio potatore o motosega.

Ai consueti modi di classificarlo in base all’alimentazione (decespugliatore elettrico, decespugliatore a batteria o decespugliatore a scoppio) o all’uso che puoi farne (hobbistico, professionale, multifunzione), vogliamo aggiungere il tipo di impugnatura. Quella del decespugliatore può essere singola o doppia. Scegliere l’una o l’altra è – certo – una questione soggettiva o d’abitudine, ma non solo. Dunque quale impugnatura è meglio per il decespugliatore? Approfondiamo l’argomento.

Impugnatura del decespugliatore: perché merita attenzione

Singola o doppia l’impugnatura del decespugliatore ti serve sia a bilanciare il peso della macchina, di solito sostenuto tramite imbragatura, sia a imprimerle il movimento ad arco destra-sinistra (e viceversa) per tagliare. Ciò vale per i decespugliatori classici – ad asta rigida –, mentre con i decespugliatori a zaino è la tua schiena a sostenere completamente il peso e con l’impugnatura dai solo la direzione all’asta flessibile.

Il tipo di impugnatura del decespugliatore è uno degli elementi da valutare quando decidi di acquistarne uno. Questo perché è un fattore chiave dell’ergonomia – quindi della sicurezza, dell’usabilità e del comfort nell’impiego del decespugliatore – specie in rapporto al suo peso e alle vibrazioni che, una volta acceso, inevitabilmente genera. Le impugnature, infatti, servono anche ad ammortizzare le vibrazioni.

Decespugliatore a impugnatura singola

Per i decespugliatori l’impugnatura singola – o ad anello o loop – è la più diffusa. La trovi sia nei potenti decespugliatori da professionisti come il BC 530 S di Oleo-Mac, che nei modelli per appassionati di giardinaggio e per lavori standard sul verde di casa e in campagna, come il decespugliatore leggero BC 241 S e il decespugliatore di media potenza SPARTA 441 S. In linea di massima, i decespugliatori con impugnatura singola sono più maneggevoli.

Come usare il decespugliatore con impugnatura singola? Tieni il decespugliatore alla tua destra, poi con la mano destra stringi l’impugnatura sull’asta con i comandi integrati (sostanzialmente interruttore di avvio/arresto, acceleratore e blocco dell’acceleratore), mentre con la sinistra reggi il loop. Vale sia per destrimani che per mancini. Fai attenzione a non invertire le prese incrociando le braccia.

Nei decespugliatori con impugnatura singola su cui, oltre alla testina con filo, puoi montare anche lame o dischi può esserci una “barriera di sicurezza”, cioè un’astina sul lato sinistro della macchina che serve a distanziare il dispositivo di taglio da piedi e gambe, come puoi vedere nel decespugliatore base BCH 250 S. Puoi usare anche la barriera come punto di presa.

L’impugnatura singola è versatile. Come abbiamo visto è adatta a diversi tipi di decespugliatori, dai modelli per hobbisti a quelli professionali. Ma non basta: singola infatti è l’impugnatura dei decespugliatori multifunzione – quelli che con gli accessori trasformi in tagliasiepi, potatori e soffiatori – e dei decespugliatori a zaino come lo SPARTA 441 BP.

Sai che tagliare l’erba – con il decespugliatore o con altri sistemi – è uno dei modi per tenere sotto controllo le malerbe? Ne abbiamo parlato in questo articolo su come eliminare le piante infestanti.

Tra le altre cose, il decespugliatore è ottimo per i lavori di precisione, come le rifiniture dei bordi del prato: dunque, vale la pena o no acquistare un tagliabordi? Qui abbiamo illustrato i motivi per cui un decespugliatore è meglio di un tagliabordi

Decespugliatore a impugnatura doppia (o a manubrio)

In genere trovi l’impugnatura a manubrio sui decespugliatori più performanti, compresi alcuni modelli professionali, perciò sono spesso dotati di sistemi antivibranti molto efficaci: per esempio nei decespugliatori professionali BC 400 T e BC 550 MASTER. I comandi, che nei decespugliatori con impugnatura singola sono solidali all’asta, in questo caso sono integrati nell’impugnatura destra.

L’impugnatura doppia del decespugliatore è più ergonomica di quella ad anello: quando lavori la schiena e le spalle stanno dritte, controlli meglio il movimento del decespugliatore, fai meno fatica anche nelle operazioni più impegnative e lunghe, sia in piano che in pendenza.

Indipendentemente dall’impugnatura, anche con il decespugliatore è importante lavorare in piena sicurezza: indossa pantaloni professionali per decespugliatori, con protezione ad alta resistenza sulla parte anteriore delle gambe, calzature antitaglio, visiera protettiva e cuffie antirumore.

Anche se meno nota della candela, la bobina è un componente base dell’impianto d’accensione di ogni attrezzo da giardinaggio con motore a scoppio, compreso il decespugliatore: vuoi saperne di più? Ecco come funziona la bobina del decespugliatore.

Articoli correlati

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

22/09/2021

Giardino: tutti i lavori di ottobre

Prepara aiuole, prato e orto per l’inverno

Leggi tutto

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

22/09/2021

Come fare manutenzione a un'idropulitrice

I consigli per usarla bene e per sapere quali controlli fare

Leggi tutto

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

05/08/2021

Curare l'orto con trattamenti naturali

Difendi i tuoi ortaggi dai parassiti

Leggi tutto