Outdoor: come tenere pulita la zona piscina

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

13/07/2018

L’estate è arrivata e tu non vedi l’ora di rilassarti in piscina. Peccato che il pensiero di doverla pulire da cima a fondo sia tutt’altro che rasserenante, vero? Per tua fortuna abbiamo pronti alcuni suggerimenti che ti consentiranno di avere una piscina igienizzata e cristallina in poche mosse, senza dover rinunciare a lunghi weekend di sole e spensieratezza.

 

Utilizza prodotti specifici

Prevenire è meglio che curare, perciò per prima cosa indossa un paio di guanti e comincia ad applicare prodotti chimici specifici sul fondo e sulle pareti: ti aiuteranno a scongiurare la formazione di alghe, macchie e acqua torbida, facilitando le operazioni di igienizzazione successive.

 

Munisciti anche di pastiglie a base di cloro e ossigeno attivo che agiscano come disinfettanti, per regolare i livello del pH dell’acqua.

 

 

Rimuovi vecchie incrostazioni da fondo e pareti

Prima di riempire la vasca per la nuova stagione, devi eliminare tutti i residui e le incrostazioni, formatesi sul fondo e sulle pareti durante il periodo invernale.Per farlo puoi ricorrere a un’idropulitrice ad acqua fredda, come il modello PW 175 C, che grazie alla pompa in ottone, garantisce lunga durata e resistenza, offrendo prestazioni e rendimento ottimali nel tempo.Assicurati anche che il tuo dispositivo sia provvisto di una lancia a ugello regolabile, che ti permetta di variare l’intensità del getto idrico in base al tipo di intervento e di un’idrospazzola rotante per detergere facilmente scalette, skimmer, canaline, griglie, fino ad arrivare negli angoli più nascosti: alcuni detriti come le alghe infatti attecchiscono a zone anche molto difficili da raggiungere.

 

Screma la superficie dell’acqua regolarmente

Per essere sicuro che la tua piscina rimanga pulita una volta riempita, devi cercare di rimuovere lo sporco spesso e a tutti i livelli di profondità dell’acqua.

 

Parti quindi dalla superficie, raccogliendo le foglie e gli altri rifiuti con un retino, quindi gratta accuratamente il fondo, il bordo e le pareti, ricorrendo a una spazzola munita di asta telescopica con setole dure e resistenti.

Cerca di svolgere questa operazione almeno un paio di volte a settimana, in modo da evitare incrostazioni. Nel caso fosse troppo tardi, prova a rimuoverle con un po’ di cloro: aiuta a sciogliere la sporcizia e a disperderla in sospensione.

Per una pulizia ancora più profonda puoi investire su un robot pulitore che aspiri i detriti rimasti sul fondo.
 

Occupati anche del bordo vasca
 

Per una manutenzione della piscina completa, non dimenticare di tenere in ordine anche il bordo vasca. Come nel caso delle pulizie preliminari, l’utilizzo di un’idropulitrice lavapavimenti può tornarti molto utile: grazie al supporto di una testina a ugello rotante che aumenta la potenza del getto, sarai in grado di igienizzare a fondo le mattonelle del pavimento della piscina e gli spazi esterni attorno alla vasca.


Se ti stai chiedendo come pulire una piscina fuori terra, sarai felice di sapere che le operazioni di igienizzazione del fondale sono molto simili a quelle che abbiamo appena elencato per le piscine interrate.

L’unica differenza è che trattandosi in media vasche più piccole, puoi svolgere gran parte della manutenzione manualmente, senza ricorrere a strumentazioni automatizzate.

Articoli correlati

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

13/09/2018

3 segreti per usare il tuo decespugliatore come un ...

Leggi tutto

Novità catalogo / News Prodotti

18/07/2018

Il rinnovato design dei tagliaerba Oleo-Mac

Performance elevate e versatilità d’uso per macchine dall’estetica...

Leggi tutto

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

13/07/2018

3 segreti per innaffiare il giardino a regola d’arte

Leggi tutto