Come scegliere la motosega in base alle tue necessità

Ma anche al tipo di alimentazione, attività ed esperienza

Ispirazioni / Guida all'utilizzo / How to

30/09/2019

Tempo di lettura stimato circa 5 minuti

La motosega ti dà un grande aiuto nel giardinaggio, ma anche in diversi lavori di casa, dal taglio per la legna della stufa al bricolage. Ma come scegliere la motosega più adatta?

Sul mercato ci sono numerosi tipi di motosega, con caratteristiche e prezzi diversi. Se stai cercando la motosega più adatta alle tue esigenze, sai che ci sono vari fattori di cui tenere conto per fare una valutazione completa, che non tralasci nulla. Continua a leggere l’articolo perché li ricapitoleremo tutti.

Scegliere una motosega a seconda dell’utilizzo

Come e per cosa usi la motosega è, probabilmente, l’aspetto principale da considerare nella scelta della motosega. Si tratta, in realtà, di un macro-aspetto dalle tante sfaccettature, tutte da analizzare:

  • La tua esperienza: è la prima motosega che acquisti? O, invece, pensi di cambiare quella che hai?
  • La frequenza d’uso: quanto spesso sfrutti – o pensi che sfrutterai – la motosega? Poche volte all’anno, frequentemente o tendi a un uso intensivo?
  • Che tipo di lavoro fai di solito o prevedi di fare: curare la normale manutenzione delle piante in giardino o nel frutteto, spaccare la legna da ardere, abbattere e sramare alberi?
  • Su che piante lavori o lavorerai: di che diametro sono i rami e i tronchi da tagliare? Si tratta di legno tenero (come pioppo, larice, abete, pino) o duro (per esempio faggio, noce, quercia, ciliegio)?
  • In che ambiente tagli con la motosega: sei in un’area residenziale, in una zona piuttosto isolata in campagna, nel bosco?

Funzionamento e descrizione di una motosega

Esistono diversi tipi di motosega – ne pareremo nei prossimi 2 paragrafi – ma, a prescindere da ogni possibile classificazione, sono tutte composte da 3 parti fondamentali:

  • Gruppo motore
  • Organo di taglio formato dalla barra di guida e dalla catena
  • Sistema d’impugnatura

Il motore trasmette il moto alla catena mediante un pignone, cioè una ruota dentata. La catena scorre su una barra di guida scanalata ed è l’elemento tagliente della motosega, formato da 3 tipi di maglie – di guida, di taglio e di collegamento – allineate in successione e unite da rivetti.

I principali tipi di motoseghe

Abbiamo appena scritto che esistono diversi tipi di motoseghe. Se le consideriamo dal punto di vista della potenza e delle caratteristiche tecniche che le rendono più adatte a un certo uso piuttosto che a un altro, possiamo distinguerle in:

  • Piccole
  • Di media potenza
  • Professionali
  • Da potatura

Le motoseghe piccole sono facili da usare, versatili perché perfette per lavori poco frequenti di piccola potatura, di taglio della legna di pezzatura ridotta, ma anche per tagliare piccole piante e per lavori fai da te. Oleo-Mac te ne propone più modelli, per esempio la motosega piccola GS 411.

Le motoseghe di media potenza sono adatte per lavori intensivi e frequenti di potatura, taglio di tronchi di piccola-media misura, sramatura in giardino e in campagna. Se sei un appassionato di giardinaggio esigente le motoseghe di media potenza sono il tipo di motosega che fa per te.

Le motoseghe professionali sono potenti, nate per lavori intensivi e usi prolungati, compresi l’abbattimento e il sezionamento di alberi grandi. Sono strumenti di lavoro d’uso quotidiano indispensabili a boscaioli, giardinieri, manutentori del verde etc., come la motosega professionale GS 650.

Le motoseghe da potatura sono professionali ma più leggere e compatte delle altre, ti servono a potare e sramare. Hanno anche il gancio per fissarle all’imbragatura necessaria per farti tagliare in quota, cioè in arrampicata sugli alberi, come la motosega da potatura GST 360.

Motosega a scoppio, elettrica o a batteria

Se parliamo di motoseghe dal punto di vista dell’alimentazione, invece, le motoseghe sono classificabili i 3 gruppi: motoseghe a scoppio, motoseghe elettriche e motoseghe a batteria.

Le motoseghe a scoppio Oleo-Mac comprendono:

- motoseghe piccole

- motoseghe professionali

- motoseghe da potatura

- motoseghe di media potenza.

Questo tipo di motosega fa per te sia che ti diletti nella cura periodica delle piante in giardino, sia che ti occupi della manutenzione degli alberi nel bosco o nel parco.

Come scegliere la motosega a scoppio più adatta a te?

Mettendo a fuoco per cosa e quanto spesso la utilizzi. Se la usi principalmente per tenere in ordine le piante di casa, opta per una motosega piccola come la GS 411 da 1,9 kW e 41 cm di barra di guida. Lavori nel bosco e sezioni grandi alberi con frequenza? Orientati su una motosega professionale GS 650 da 3,5 kW e 51 cm di barra oppure su una motosega da potatura come la GST 360 da 1,5 kW che monta barre da 30 e da 35 cm. Rimarrai sorpreso dalla sua potenza e agilità di taglio. Non ci credi? Vedi come taglia dal vivo qui.

Le motoseghe elettriche, alimentate dal filo della corrente, sono facili e veloci da usare, maneggevoli, richiedono una manutenzione ridotta al minimo. Sono il genere di motosega che ti serve per piccole operazioni di cura del giardino, taglio della legna per il caminetto, lavori di falegnameria fai da te. Un esempio? La GS 200 E da 2 kW e barra da 41 cm.

Anche le motoseghe a batteria sono l’aiuto ideale per piccole potature, taglio della legna e bricolage. Oltre che semplici da usare, sono silenziose e l’assenza del cavo elettrico ti dà il massimo della libertà d’azione, anche in campagna o ovunque non ci sia una presa della corrente vicina.

Caratteristiche tecniche di una motosega

Oltre alle tue esigenze d’uso e al tipo di alimentazione della motosega, quali sono le principali caratteristiche di cui tenere conto nella scelta della motosega? Parlando di parametri tecnici essenziali, sicuramente la potenza, ossia il valore misurato in kW o CV, e la lunghezza della barra di guida.

La potenza deve essere proporzionata alle dimensioni dei rami o dei tronchi da tagliare e alla durezza del legno. Se usi una motosega non sufficientemente potente rispetto ai lavori da fare, il rischio è che vada spesso sotto sforzo e che sia quindi destinata a una vita breve. Al contrario, se acquisti una motosega molto più potente rispetto alle tue effettive esigenze, fai un investimento ingente per un attrezzo che sfrutti poco, validamente sostituibile da una motosega più leggera e comoda da gestire.

L’altro parametro è la lunghezza della barra, il componente della motosega che guida la catena e che determina la lunghezza di taglio di cui la macchina è capace. Anche la barra deve essere commisurata al lavoro da fare e alla potenza della motosega. Se una motosega con la barra corta è più maneggevole e leggera, una motosega dalla barra lunga – con cui tagli tronchi grossi – è più potente e pesante.

Fondamentale in una motosega è anche il freno catena, il dispositivo di sicurezza che ti protegge in caso di contraccolpo, lo scatto improvviso verso l’alto e all’indietro della macchina. In questo caso il freno catena si aziona in automatico e blocca istantaneamente la catena. Lo puoi azionare anche manualmente spingendolo verso la barra, come fai prima di avviare la motosega. Il freno catena funziona anche da paramano.

Infine, un aspetto da non sottovalutare è la praticità della motosega, che non è fatta solo di una buona ergonomia e di un peso equilibrato rispetto alla potenza della macchina e alla tua corporatura. Praticità significa anche una manutenzione ordinaria facile, quindi:

  • Catena semplice da mettere in tensione, ad esempio con il tendicatena laterale delle motoseghe Oleo-Mac.
  • Barra e catena che monti/smonti in pochi minuti.

Filtro dell’aria, filtro del carburante e candela che controlli e sostituisci agevolmente.

Articoli correlati

Mondo Oleo-Mac / News Istituzionali

26/10/2019

Promo autunnali 2019

Tanti prodotti Oleo-Mac per ogni stagione, attività e ambiente a p...

Leggi tutto

Novità catalogo / News Prodotti

03/10/2019

Nuova Motosega piccola GSH 400

Perfetta per il giardinaggio e per piccoli lavori agricoli

Leggi tutto

Ispirazioni / Consigli sempreverdi

30/09/2019

Il miglior potatore per rami alti

e i segreti per usarlo in altezza

Leggi tutto